martedì 29 maggio 2018

Unravel me - Tahereh Mafi


Casa editrice: Rizzoli
Data di pubblicazione: Dicembre 2016
Pagine: 540
Prezzo: 17,50€ copertina rigida
         8,99€ ebook


Juliette è sfuggita alla Restaurazione e al suo leader che intendeva usarla come arma. Da quando vive al Punto Omega è libera di amare Adam, ma non sarà mai libera dal proprio tocco letale, né da Warner, che la desidera più di quanto lei credesse possibile. Tormentata dal passato e incapace di pensare al futuro, Juliette sa che dovrà compiere delle scelte difficili. Accettare il proprio potere distruttivo per metterlo al servizio della resistenza e, soprattutto, allontanare Adam pur amandolo con tutta se stessa.

Avevo già letto tempo fa il primo romanzo e la prima novella della saga poi, ho scoperto su fb un gruppo di lettura rivolto all'intera saga e mi sono quindi unita per il terzo romanzo. Se volete farlo anche voi vi basterà richiedere l'iscrizione qui



Questa recensione non sarà di molte parole proprio perchè ne ho davvero poche con cui potermi esprimere su questo terzo capitolo.
Juliette è ancora più lagna del solito e per buona parte del libro non fa che piangere su quanto il mondo sia brutto, su quanto sarà sempre sola, su come gli altri facciano fatica a stare con lei, su quanto le fa male non poter avere un contatto in più con nessuno eccetera eccetera.
Per fortuna ad un certo punto Kenji si rompe le balle di sta lagna e gliene dice finalmente quattro su come si sta al mondo e su come tutti abbiano dei problemi ma si rendano comunque utili.
Si perchè Juliette (o lagnette come l'ha soprannominata la nostra Ropolo) si trova alla base della Resistenza e dovrebbe quindi allenarsi e capire fin dove può arrivare il suo potere invece che stare nella sua stanza a fissare il muro e rompere le scatole .
Ma, signore e signori, tenete duro; continuate la lettura perchè malgrado tutto ciò se ne vedranno (o meglio leggeranno) delle belle dalla metà in poi.
Ci sarà dell'azione e tanti, tanti, tanti colpi di scena e anche scene abbastanza interessanti su un certo W.
Quindi care ragazze del team Warner (si proprio lui) leggete questo libro!

Giudicando però questo romanzo in modo obiettivo e senza pensare al team di cui faccio parte mi tocca dare un voto bassino; lagnette spero che migliorerai altrimenti si salvi chi può.





lunedì 28 maggio 2018

 Twizel - Francesca Caldiani


Casa editrice: La Corte
Data di pubblicazione: Ottobre 2017
Pagine: 283
Prezzo: 16,90€ copertina rigida
         6,99€ ebook


Twizel, Nuova Zelanda. Tutti si conoscono sin dalla nascita. Per Carly Brooks, sedici anni, il villaggio rappresenta l'inferno in cui è costretta a vivere, vittima del bullismo dei compagni. Eppure ha un segreto: la sua migliore amica è stata Lauren Brydon, ragazza molto popolare morta misteriosamente due anni prima in un incidente sul lago Pukaki. Da allora Carly progetta di risolvere il mistero, ma per farlo è costretta a coinvolgere il fratello gemello di Lauren, Bentley, e Oliver Riley, da sempre suo carnefice. La ricerca della verità porta i tre ragazzi sulle sponde del lago, dove tutto è cominciato, che farà loro scoprire che dietro a quelle acque cristalline è nascosta un'altra dimensione, un'altra Twizel. Scopriranno inoltre che la loro vita non è quella che ricordano, che la loro memoria è stata in realtà inculcata da qualcun altro e che ci sono più segreti di quanti ne avrebbero mai immaginati.



Ho scoperto questo libro grazie alla casa editrice o meglio ancora a Giovanna che, dopo averla incontrata al Lucca comics nel 2017, ha gentilmente accettato di avviare una fantastica collaborazione con me.
Presa dall'euforia e dalla trama ho quindi pensato di leggere questo libro insieme alle ragazze del gruppo di lettura Rainbow Book Club a cui potete iscrivervi anche voi!
Ho finito il romanzo due giorni fa ma sono ancora confusa dalla lettura che ho fatto; vi spiego meglio.
Ho trovato la prima metà un pochino caotica e quindi confusionaria, gli avvenimenti vengono buttati su carta in un susseguirsi velocissimo così come le spiegazioni ed i termini riguardanti "l'altra parte" e questo mi ha appunto lasciata un pò confusa e perplessa; non capendo inoltre bene cosa succedeva mi ha anche un pochino annoiata purtroppo.
Nella seconda metà invece iniziano a vedersi del mistero e della souspance ed il lettore viene catturato dai vari colpi di scena e dalle varie sfide che i personaggi si ritrovano a dover affrontare.
Il finale mi ha di nuovo lasciata perplessa in quanto nel bello della vicenda ti "chiude la porta in faccia" senza tante cerimonie e quindi devi per forza iniziare anche il seguito perchè malgrado il senso di incompletezza devi sapere come continuerà.

Insomma, la trama prometteva benissimo ma forse poteva essere sviluppata meglio e più tranquillamente; vedremo cosa succederà con il secondo!





martedì 1 maggio 2018

Lettura di gruppo "Unravel me" - Tahereh Mafi
cap. 15-21


Buongiorno lettori! Oggi siamo alla terza tappa del gdl sopracitato e tocca a me parlarvi dei capitoli dal 15 al 21.
Vi ricordo prima di iniziare che se volete unirvi a noi potete farlo in qualsiasi momento, vi basta solo iscrivervi al giusto gruppo Facebook.
Io ad esempio avevo già letto in passato il primo romanzo e la prima novella e ho quindi aspettato che le ragazze arrivassero a questo per iniziarlo insieme a loro.

Dopo questa breve introduzione vorrei farne un'altra molto piccola ma allo stesso tempo molto importante unendomi a Cristina (che ha fatto la prima tappa) nel dichiarare anche la mia appartenenza al Team Warner :D

Ora però vediamo di concentrarci e di capire di cosa si è parlato nei "miei" capitoli:


Adam è ricoverato ma non sappiamo ancora quali siano stati i danni subiti; Juliette nel frattempo fa il suo lagna-monologo e capisce quanto lei e Warner siano simili nella distruzione ma diversi nel volerla o meno.
Kenji cerca poi di rassicurarla su Adam ma Juliette preferisce non parlarne e decide finalmente di buttarsi sull'allenamento.
Ad un certo punto arriva in una stanza piena di gente e vedendo tutti parlare e scherzare tra loro ricomincia la lagna su come lei non potrà mai integrarsi e su come sia strano che la gente riesca ancora a ridere e bla bla bla. (cara mia, se passi la tua vita a lamentarti anche dell'aria che respiri per forza nessuno ti considera).
In un attimo di lucidità smette per un minuto di piangere su se stessa e sul mondo e magia delle magie qualcuno decide di rivolgerle la parola; scopre quindi che i soldati della Restaurazione sono sempre più vicini e che Warner è con loro.
Kenji la fa entrare in una squadra "speciale" ed escono per la sua prima missione; Castle spiega a tutti come dovranno comportarsi se qualcuno li ferma e come fare per rendersi comuni ed invisibili e stranamente anche Juliette impara la sua falsa identità senza dare problemi.
Una volta fuori però la nostra protagonista è spinta dalla curiosità del mondo esterno e rischia di mandare tutto a quel paese quando vede Warner e decide di seguirlo; per fortuna c'è Kenji (il mitico Kenji) che torna indietro giusto in tempo per salvare la situazione e per farle una bella strigliata su come, con le sue lagne stia solo peggiorando la situazione.

A questo punto della storia posso dire che Juliette mi urta parecchio, non sopporto più le sue lamentele e le sue lagne; spero davvero che andando avanti qualcosa cambi in lei.
Adoro Kenji e la sua faccia tosta nel dire a Juliette come stanno le cose per farla scendere dal piedistallo.
Adam sta cadendo sempre più in basso a mio parere ma, finalmente, Warner è tornato tra noi!!!! 

Vado a continuare la lettura perchè voglio, necessito, altre scene con Warner!
Voi cosa ne pensate di questi capitoli?



giovedì 19 aprile 2018


Buongiorno a tutti lettori! 
Oggi voglio presentarvi una nuova lettura che andrò a fare insieme ad un gruppo di pazzoidi che hanno deciso di leggere insieme tutta la saga di Tehereh Mafi.
L'idea viene dalla ormai famosissima lettrice sulle nuvole Ropolo e potete trovare il gruppo su facebook ovviamente con il nome "lettura di gruppo shatter me".

Leggerete insieme a noi questo libro??
Vi aspettiamo sui nostri blog per le discussioni dei capitoli!


giovedì 12 aprile 2018



Parte 8 - 9 - 10

Lila ha salvato la vita a Kell e sono ospitati da Barron, l'Antari racconta alla ragazza la storia delle quattro Londre e della pietra che possiede decidendo poi di nasconderla a Londra nera.
Iniziano così il viaggio insieme riuscendo ad arrivare, grazie al potere della pietra, entrambi a Londra rossa.
Holland gli sta però alle costole e troveranno ben altre cose strane e pericolose al loro arrivo.

Questo libro si legge davvero ad una velocità sorprendente ed ogni capitolo ti spinge a proseguire verso quello dopo.
Kell e Lila mi piacciono molto insieme invece odio profondamente Holland e tutto ciò che ha a che fare con lui.
Mi è piaciuto anche come la pietra nera, un po' come un horcrux, attinga dall'energia del suo ospite corrompendolo nello spirito e nel sangue.
Voi cosa ne pensate della lettura di queste tre tappe?




martedì 3 aprile 2018


Buongiorno lettori! Oggi nuovo post per dare il via alla lettura di Aprile con il Rainbow Book Club: Magic di V.E.Schwab.
Libro che già da un pò era presente nel sondaggio sul gruppo fb ma che non era mai riuscito a vincere per solo qualche voto.



Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, nelle quali accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Grigia, la più noiosa delle versioni di Londra, quella priva di magia. Ma Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale, e infine lo convince a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se vuoi continuare a giocare prima di tutto devi imparare a sopravvivere.

Ecco qual'è la trama del nostro libro che, vi confesserò, non vedevo l'ora di leggere visto che è comparso in libreria il giorno stesso dell'uscita italiana.

Ho anche già letto la prima parte che ci presenta a grandi linee le quattro Londre, il nostro protagonista e quello che fa compreso il "traffico" di magia.
E' un mondo che già così mi attrae tanto da continuare la lettura e provo anche simpatia per Kell che per non perdere di stile ruota e cambia il suo cappotto in base alla Londra che deve visitare e che non perde occasione per farsi vanto del suo enorme potere.

Voi che ne pensate di questa prima parte? E soprattutto leggerete con noi anche il resto del romanzo?




05/04 parte 2, 3 e 4 - Libri, Libretti, Libracci
10/04 parte 5, 6 e 7 - Niente di Personale

12/04 parte 8, 9 e 10 - Un libro e una tazza di tè - Book blog
17/04 parte 11 e 12 - Io resto qui a leggere.
19/04 parte 13 e 14 - Vivere Tra Le Righe

26/04 - recensione su tutti i blog

domenica 1 aprile 2018



Uno di noi sta mentendo - Karen M. Mcmanus

Casa editrice: Mondadori
Data di pubblicazione: Marzo 2018
Pagine: 298
Prezzo: 15€ copertina rigida
         7,99€ ebook

Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio.


Trama che devo ammettere un po' mi aveva intrigata e avendone sentito molto parlare in modi diversi ho voluto acquistarlo senza pensarci troppo.
Ecco, forse un pochino dovevo rifletterci.

Durante una punizione cinque studenti si ritrovano a vivere un incubo quando uno di loro muore improvvisamente; il tutto sembra subito un incidente ma dopo poche pagine entriamo nel vivo di un'indagine per omicidio che vede i quattro "sopravvissuti" come i maggiori indiziati.

Un libro che nel complesso non è male, che ti fa venire i giusti dubbi qua e là durante la narrazione della vicenda e che ti incuriosisce fino alla fine.
Un libro però che ha anche molti aspetti negativi.
I personaggi sono lo stereotipo fatto a persona così come quello che gli accade che però non vi racconterò: il campione di baseball bellissimo e dall'accento straniero che sta con la più bella della scuola, la belloccia che si annienta per stare con il secondo più figo della scuola, la secchiona sexy che non sa di esserlo ed il criminale bello e dannato.
Già qui scadiamo un po' nel già visto e già sentito ma vi assicuro che andando avanti sarà sempre più l'apoteosi del clichè americano.

La soluzione del crimine? Una grande risata quando leggerete che era proprio quello che sospettavate a pagina 25 (si fa per dire) ma a cui non avete voluto credere per quanto sembrava stupida e ridicola.
Devo però dare del merito a chi ha programmato il tutto, un buon lavoro che avrebbe tenuto impegnato anche il detective Conan.

Insomma, alla fin fine si legge volentieri e un pochino di thriller c'è davvero ma prendetelo molto di più come uno young adult con tutti i problemi adolescenziali che ne conseguono; forse rimarrete meno passivi alla fine.