mercoledì 3 luglio 2019

Review tour - La corte di nebbia e furia 
di Sarah J. Maas


Casa editrice: Mondadori
Data di pubblicazione: Giugno 2019
Pagine: 622
Prezzo: 17,90€ hardback
         8,99€ ebook

Dopo essersi sottratta al giogo di Amarantha e averla sconfitta, Feyre può finalmente ritornare alla Corte di Primavera. Per riuscirci, però, ha dovuto pagare un prezzo altissimo. Il dolore, il senso di colpa e la rabbia per le azioni terribili che è stata costretta a commettere per liberare se stessa e Tamlin, e salvare il suo popolo, infatti, la stanno mangiando viva, pezzetto dopo pezzetto. E forse nemmeno l'eternità appena conquistata sarà lunga a sufficienza per ricomporla. Qualcosa in lei si è incrinato in modo irreversibile, tanto che ormai non si riconosce più. Non si sente più la stessa Feyre che, un anno prima, aveva fatto il suo ingresso nella Corte di Primavera. E forse non è nemmeno più la stessa Feyre di cui si è innamorato Tamlin. Tanto che l'arrivo improvviso e molto teatrale di Rhysand alla corte per reclamare la soddisfazione del loro patto - secondo il quale Feyre dovrà passare con lui una settimana al mese nella misteriosa Corte della Notte, luogo di montagne e oscurità, stelle e morte - è per lei quasi un sollievo. Ma mentre Feyre cerca di barcamenarsi nel fitto intrico di strategie politiche, potere e passioni contrastanti, un male ancora più pericoloso di quello appena sconfitto incombe su Prythian. E forse la chiave per fermarlo potrebbe essere proprio lei, a patto che riesca a sfruttare a pieno i poteri che ha ricevuto in dono quando è stata trasformata in una creatura immortale, a guarire la sua anima ferita e a decidere così che direzione dare al proprio futuro e a quello di un mondo spaccato in due.


Come prima cosa ringrazio la casa editrice non solo di avermi concesso di leggere questo libro in anteprima ma anche per aver tradotto e portato in italia questa saga meravigliosa con edizioni fantastiche.
Sebbene le mie saghe preferite siano poche e rientrino tra le più famose questa si aggiunge a tutti gli effetti alla lista.

Inutile quindi dire che ho amato questo libro; se già il primo mi era piaciuto questo è stato la perfezione.
Non tanto per il libro in sè che qualche piccola pecca ha, non so se per colpa della traduzione o per errori di editing (alcune parole e a volte quasi intere frasi sembrano buttate un pò lì a caso) ma per la storia che troviamo in questo secondo volume.
Mi trovo anche in difficoltà a parlarvene senza fare spoiler perchè vorrei raccontarvi tutto quanto per farvi capire quanto si può amare ogni personaggio tra cui i protagonisti in particolare.

Una volta spezzata la maledizione la guerra incombe sul fantastico mondo Fae oltre che negli animi dei personaggi, nuove figure ci vengono presentate ed ognuno è caratterizzato perfettamente.
Il lettore si trova catapultato in questa nuova magica famiglia che farà cadere ogni cattivo pensiero avuto nel primo libro.
Non si potrà resistere a non provare affetto per tutti loro, a sperare per il meglio e a gioire o soffrire in determinati punti.
Già nel trono di ghiaccio avevo adorato la scrittura della Maas, così diretta e non comune che ti lancia a capofitto tra le righe che si leggono ed in questo libro penso si sia addirittura superata. 
Non riuscivo a staccarmi dalle pagine ed allo stesso tempo avevo paura ad arrivare alla fine perchè sapevo avrei sofferto a staccarmi da questo storia, da quel meraviglioso mondo e soprattutto (siamo sincere dai) da quel Signore Supremo (merito su suo se è stato tutto così perfetto??).
Non so se riuscirò a leggere altro dopo questa storia, non vedo l'ora che sia settembre perchè ho un grosso vuoto che deve essere riempito.










venerdì 21 giugno 2019

Review party - Lo spazio tra noi di Andretta Baldanza


Casa editrice: Autopubblicato
Data di pubblicazione:15 giugno 2019
Pagine: 503
Prezzo: 2,99€ ebook


"Quando sono arrivato ero solo un esploratore.
Poi il dolore, l’amore, la gioia, la paura, mi hanno cambiato.
Qui, tra di voi, sono diventato un uomo. 
E non voglio mai più essere nient’altro
Io sono Malcom MacDubh."

Cosa vuol dire essere un uomo? Cosa vuol dire provare emozioni profonde e a volte violente come l’amore o la paura, la passione o il dolore? Sono sufficienti per potersi definire veramente e pienamente umani? A queste domande dovrà rispondere Malcom, appartenente a una razza aliena, giunto sulla Terra per una semplice missione esplorativa che si trasformerà in qualcosa di molto più complesso. 
Grazie all’incontro con Caylin, una donna particolare nel cui passato c’è un efferato delitto, Malcom compirà un difficile viaggio all’interno di sé stesso dal quale emergerà cambiato per sempre, arrivando a modificare la propria identità e tutto ciò che credeva di sapere sulla vita.



Appena visto il post su facebook ho letto la trama e ho deciso di lanciarmi in un'altra insolita lettura per i miei gusti letterari che, per fortuna, mi ha piacevolmente sorpresa.

Devo ammettere che mi aspettavo una storia completamente diversa da quello che ho letto, qualcosa di "filosofico" sul senso della vita invece ho trovato di meglio e sicuramente di più leggero rispetto a quello che erano i miei pensieri.

Una storia che parla di amicizia, di amore, di paura, di sofferenza e di rivalsa; una storia scritta in modo ottimo, con personaggi caratterizzati perfettamente e che ti cattura pagina dopo pagina (specialmente la seconda parte).
Trattando inoltre un argomento delicato ed estremamente scientifico ho apprezzato molto lo studio che c'è dietro questo romanzo, non solo per quanto riguarda appunto gli alieni e lo spazio ma anche per la lingua scozzese ed i modi di dire.
Unica pecca del libro sono le scende di sesso che mi lasciano sempre perplessa ma è tutto legato esclusivamente al mio gusto personale su cui nessun autore ovviamente può sempre azzeccarci al 100%.

Vi consiglio quindi la lettura di questo libro, soprattutto in questo periodo estivo ed afoso in cui si ha voglia di leggere qualcosa di leggero ma che non sia frivolo o scadente; preparatevi però a soffrire, ad arrabbiarvi tantissimo e a ridere da soli nel silenzio.




domenica 9 giugno 2019

Review PartyLa flotta d'argento 
di  Patrizia Ines Roggero e Stefania Bernardo


Casa editrice: Autopubblicato
Data di pubblicazione: 19 giugno 2019
Pagine: 214
Prezzo: 10,60€ paperback
         0,99€ ebook

Drew MacLean da Nieves si aspetta solo una notte di piacere, intenso ma passeggero. D’altronde lui è un pirata e lei una prostituta, ma il loro sensuale incontro darà inizio a un’avventura dove nulla è come sembra. Il luccichio dell’argento è un miraggio lucente che, insidioso, sussurra all’orecchio di predatori senza scrupoli. Tra segreti, vendette e arrembaggi Drew e Nieves dovranno affrontare più di una sfida per proteggere il legame che ha unito i loro cuori.



Di solito non leggo questo genere di romanzi ma appena ho letto di pirati ed avventure mi sono fatta prendere dall'entusiasmo e ho deciso di partecipare a questo review party. 

D'altronde, a chi non piacciono i pirati?

Per l'inizio che ha il libro mi aspettavo una storia molto più frivola; ci sono varie scene di sesso che personalmente non mi piacciono ma che, essendo tutte corte non vanno ad influire sulla riuscita della trama.
Una volta addentrati nei capitoli entriamo nel vivo dell'avventura con inseguimenti, voltafaccia, battaglie e prigionieri; tutte parti che vengono raccontate in modo scorrevole ed incalzante.
Ho infatti letto il romanzo in appena 3 giorni sebbene fossi in vacanza a Londra e con ben poco tempo per leggere.
Anche la storia d'amore tra i due protagonisti rende ancora più partecipe il lettore che si ritroverà ad odiare qualche personaggio in particolare.
In Nieves e McLean, specialmente per la provenienza di quest'ultimo,  ho ritrovato un pò di quella grande storia d'amore di cui ha scritto la Gabaldon e che ci ha fatto tutti un pò sognare ai tempi.

Un ringraziamento alle autrici per avermi mandato questo romanzo ed in particolare a Patrizia con cui ho parlato e che è stata molto carina.



martedì 7 maggio 2019


Review Party - La ragazza del faro di Alessia Coppola


Casa editrice: Newton Compton
Data di pubblicazione: Maggio 2019
Pagine: 320
Prezzo: 9,90€ hardback
         4,99€ ebook

C'è un'isola avvolta dai segreti e dall'abbraccio delle onde, l'Isola dei Gigli di Mare. Tra quelle sponde si snodano le vicende di Luna, una giovane dal passato tormentato e un futuro riposto nelle stelle. La vita di Luna cambia all'improvviso quando dal mare arriva una misteriosa scatola, all'interno della quale si trova una fotografa che la ritrae da bambina insieme a sua madre, scomparsa prematuramente quando aveva sei anni. Chi ha scattato la foto? Da dove è arrivata? Luna inizia a interrogarsi sul ritrovamento. Chiede persino alle stelle, che studia dall'infanzia, incoraggiata da suo zio, il guardiano del faro. Quando la ragazza sembra perdere le speranze, sull'isola arriva qualcuno che le offre tutte le risposte: Hermes, un giovane fotografo giunto per scoprire le bellezze del posto e immortalarle per la rivista per cui lavora. Perché Hermes è legato al suo passato, alla fotografa portata dal mare. Ma nasconde anche un segreto che potrà ostacolare il tenero sentimento nato tra loro.



Dopo un lungo periodo di latitanza (ho preferito utilizzare instagram quindi seguitemi anche lì per non perdervi nulla), oggi torno di nuovo sul blog per presentarvi il nuovissimo romanzo di Alessia.

Ogni volta rimango stupita da quanto le pagine che scrive mi catturano. 
Sapevo già che il romanzo non rientrava del tutto nelle mie corde in quanto di solito tendo ed evitare quasi come la peste le storie d'amore ma ho voluto lanciarmi nella lettura incuriosita dalla capacità che già conoscevo dell'autrice. Infatti anche questa volta ho avuto la conferma; la scrittura di Alessia unisce alla perfezione poesia e prosa trasportandoti lontanissimo, in un mondo incantato ad ogni pagina.
Mi sono affezionata da subito a Luna ritrovandomi un pochino in lei nella curiosità del leggere le pietre ed altri simboli, così come ho trovato da subito familiari gli altri personaggi.
A quasi un terzo dalla fine avevo già capito dove la storia andasse a parare ma ho continuato a leggere con desiderio ed armonia.
Sebbene avessi capito prima della ragazza quale fosse il mistero legato al suo passato, sono rimasta lo stesso colpita dal dialogo in cui tutto viene svelato soffrendo insieme a lei.
Insomma, il tema non è dei miei preferiti, il mistero può sembrare un pochino banale, gli avvenimenti che accadono non sono ovviamente tanti come in una storia di avventura o in un giallo ma quando ho chiuso il libro qualche lacrima mi rigava le guance ed il pensiero correva a ringraziare Alessia ed il suo ennesimo ottimo lavoro.




Grazie alla Newton Compton per la copia digitale del romanzo e ad Ornella per aver organizzato il tutto!

Ed ore andate a leggere anche le altre recensioni!



mercoledì 30 gennaio 2019

Ink - Alice Broadway


Casa editrice: Rizzoli
Data di pubblicazione: Giugno 2018
Pagine: 384
Prezzo: 18,00€ hardback
         5,99€ ebook

Immagina un mondo in cui ogni tua azione, ogni evento della tua vita ti viene tatuato sulla pelle, perché tutti lo possano vedere. Immagina se avessi qualcosa da nascondereNon ci sono segreti a Saintstone: dall'istante in cui si nasce, successi e fallimenti vengono tatuati sulla pelle, così che tutti possano vederli e giudicarti, come un libro aperto. E proprio un libro i morti diventano: la pelle viene asportata, rilegata e consegnata ai familiari, come antidoto all'oblio che è ancora più temibile della morte. A patto che le pagine della vita superino il giudizio del consiglio: in caso contrario il libro viene gettato alle fiamme, e con lui il ricordo di un'intera vita. Quando l'amato papà muore, Leora, sedici anni, è convinta che il giudizio su di lui sarà pura formalità, e invece si rende conto che l'uomo nascondeva dei segreti, ma che di segreti ne cela anche il Consiglio.



Mi sono avvicinata a questo libro innanzitutto per la splendida copertina ma anche per la trama in quanto amante dei tatuaggi. Nel complesso il libro mi è piaciuto molto tranne un qualche ripensamento alla fine e su un particolare personaggio, ma scendiamo più nel dettaglio. La figura di Leora non mi è rimasta molto impressa, l'ho trovata poco caratterizzata per essere la protagonista ed anche un po' "bandieruola" nelle sue scelte (vedi finale che ovviamente non vi racconterò). Ho apprezzato molto lo stile di narrazione, il romanzo risulta scorrevole e piacevole alla lettura inoltre è ricco di colpi di scena che stimolano il lettore a continuare nonostante la sonno o gli impegni. Mi è piaciuto molto l'inserimento tra qualche capitolo e l'altro delle fiabe e delle storie che ci fanno conoscere le tradizioni e danno maggiore spessore alla vicenda. La trama di per sé non è altro che la classica guerra tra bene e male, tra giusto e sbagliato ma vista sotto un punto di vista a mio parere innovativo tramite appunto chi è tatuato e gli intonsi.
La vita però non è fatta di solo bianco e nero ma ha al suo interno una vastità incredibile di colori, può però davvero bastare questo per far cambiare il parere che si ha da sempre in una persona? E su queste note criptiche vi lascio alla lettura per non svelarvi troppo nell'attesa del seguito.



giovedì 24 gennaio 2019

Quarta tappa cap 36-47                     Ink
            Alice Broadway


Cap 36.
Il giorno della cerimonia è arrivato.
Cap 37.
Nella sala del giudizio ci sono molte persone, tutte in ansiosa attesa del giudice.
C'è anche Karl che attira Leora fuori dalla sala e la mette in guardia su chi riporre la sua fiducia.
Cap 38. 
Arriva il giudice, pone il libro sulla bilancia che si allinea perfettamente. Il giudice inizia a spiegare perchè era stato confiscato e proprio quando sembra aver terminato chiama in causa altre prove. Il padre di Leora aveva avuto un'altra moglie, un'intonsa, da cui aveva avuto Leora. Un'altra vita nascosta, in un'altra città e con un diverso nome. Continuano a snocciolare fatti quando Oscar consegna il lembo di pelle con il corvo e la bilancia precipita tra grida di stupore e di dolore. "Bruciatelo" è tutto quello che riesce a dire la ragazza.
Cap 39. 
Leora corre a casa a fare i bagagli mentre tutti le urlano contro, si rifugia in biblioteca e lì incontra Mel che le racconta la verità. Il governo già sapeva, sorvegliava il padre da tempo e adesso che sanno da che parte sta la ragazza vogliono offrirle un posto di rilievo all'interno della politica.
Cap 40.
Leora si reca da Obel e scopre che anche lui sapeva tutto, c'è anche Oscar che le spiega il perchè del tradimento ma le mostra che la pelle che ha consegnato era di un altro. Con un grande colpo di scena Obel si pulisce via i tatuaggi rivelandosi essere un intonso.
Cap 44.
Il padre di Leora e quello di Oscar lavoravano insieme per portare le risorse agli intonsi senza le quali sarebbero morti, Obel era il loro contatto con l'altra parte della società. Anche gli intonsi vogliono essere ricordati ma con le facoltà di scegliere della loro vita.
Cap 42.
Leora torna a casa e Sophie le racconta la sua vera storia e le consegna il diario della sua vera madre. La ragazza è confusa e nel frattempo Verity le porta una lettera di Mel che attende una risposta per l'incarico.
Cap 43.
Tra minacce e promesse sopo un test della verità, Mel rivela a Leora il nuovo incarico: il revisore; colui che potrebbe modificare i marchi di qualcuno per evitare la condanna e cambiare quindi la verità.
Cap 44.
Leora va da Obel e i due parlano dei marchi, di come nessuno di questi possa davvero raccontare la storia di una persona e definirla. Ognuno di noi è molto di più oltre ai marchi, nella vita non ci sono solo il bianco e il nero ma anche moltissimi colori.
Cap 45.
Le settimane trascorrono tra molte domande e tanta confusione, ormai è giunto il moento per la cerimonia.
Cap 46.
In questo capitolo ci viene raccontata la storia del vaso di Pandora.
Cap 47.
E' passato un altro mese e deve essere fatta una nuova lettura dei nomi, l'ultima a dover leggere è proprio Leora ma la sua è una lista particolare. Inizia ad elencare i nome degli intonsi e per ultimo dice il suo poi si spoglia ed esce dalla sala mostrando a tutti il suo ultimo marchio: un enorme corvo su tutta la schiena.




martedì 22 gennaio 2019

La forchetta, la strega e il drago. Racconti da Alagaësia - Christopher Paolini


Casa editrice: Rizzoli
Data di pubblicazione: Gennaio 2019
Pagine: 288
Prezzo: 17€ hardback
         9,99€ ebook


È passato un anno da quando Eragon ha lasciato Alagaësia in cerca del luogo perfetto in cui addestrare una nuova generazione di Cavalieri dei Draghi. È alle prese con una lista lunghissima di compiti e doveri: costruire una fortezza a misura di drago, discutere con i fornitori, vegliare le uova dei futuri draghi e tenere a bada i belligeranti Urgali e gli altezzosi Elfi. Poi una visione degli Eldunarí, una visita inaspettata e un'appassionante leggenda degli Urgali gli offrono la distrazione di cui ha tanto bisogno e gli mostrano le cose sotto un'altra prospettiva.





Per prima cosa vorrei ringraziare la casa editrice per la copia digitale e cartacea del libro, e la ragazza che mi ha permesso di partecipare al review party ma ora passo a parlare del romanzo.


Il libro è strutturato su tre racconti ognuno diviso in vari capitoli in cui troviamo storie differenti ma che in parte si rifanno l'una all'altra.
Ho trovato la prima e la seconda parte ovvero la forchetta e la strega abbastanza carine; nella prima ritroviamo un vecchio personaggio nei panni di un viaggiatore un pò strano e nella seconda ci troviamo catapultati nei ricordi di Angela l'erborista.
La terza parte, quella del drago, mi è sembrata invece molto noiosa seppur costruttiva a livello di significato morale; per la maggior parte della narrazione infatti un Urgali racconta ad Eragon un'antica storia della loro tradizione e il tutto mi è sembrato troppo lungo, descrittivo e ridondante.
Mi ha fatto però piacere ritrovare i protagonisti della saga che ho così tanto amato da piccola e ho davvero apprezzato i primi due racconti, peccato solo per quell'ultima parte che se avesse dato più spazio al "presente" sarebbe stata perfetta. Avrei inoltre preferito che si fosse parlato di più dei "vecchi" personaggi che avevamo amato e seguito nella saga, spero quindi che il caro Christopher si decida finalmente a scrivere un quinto capitolo.
Forse sono state proprio le mie altissime aspettative e la mia voglia di ritrovarmi tra quelle terre che non mi ha fatto apprezzare appieno questo libro.


Ed ecco gli altri blog che hanno partecipato