mercoledì 30 gennaio 2019

Ink - Alice Broadway


Casa editrice: Rizzoli
Data di pubblicazione: Giugno 2018
Pagine: 384
Prezzo: 18,00€ hardback
         5,99€ ebook

Immagina un mondo in cui ogni tua azione, ogni evento della tua vita ti viene tatuato sulla pelle, perché tutti lo possano vedere. Immagina se avessi qualcosa da nascondereNon ci sono segreti a Saintstone: dall'istante in cui si nasce, successi e fallimenti vengono tatuati sulla pelle, così che tutti possano vederli e giudicarti, come un libro aperto. E proprio un libro i morti diventano: la pelle viene asportata, rilegata e consegnata ai familiari, come antidoto all'oblio che è ancora più temibile della morte. A patto che le pagine della vita superino il giudizio del consiglio: in caso contrario il libro viene gettato alle fiamme, e con lui il ricordo di un'intera vita. Quando l'amato papà muore, Leora, sedici anni, è convinta che il giudizio su di lui sarà pura formalità, e invece si rende conto che l'uomo nascondeva dei segreti, ma che di segreti ne cela anche il Consiglio.



Mi sono avvicinata a questo libro innanzitutto per la splendida copertina ma anche per la trama in quanto amante dei tatuaggi. Nel complesso il libro mi è piaciuto molto tranne un qualche ripensamento alla fine e su un particolare personaggio, ma scendiamo più nel dettaglio. La figura di Leora non mi è rimasta molto impressa, l'ho trovata poco caratterizzata per essere la protagonista ed anche un po' "bandieruola" nelle sue scelte (vedi finale che ovviamente non vi racconterò). Ho apprezzato molto lo stile di narrazione, il romanzo risulta scorrevole e piacevole alla lettura inoltre è ricco di colpi di scena che stimolano il lettore a continuare nonostante la sonno o gli impegni. Mi è piaciuto molto l'inserimento tra qualche capitolo e l'altro delle fiabe e delle storie che ci fanno conoscere le tradizioni e danno maggiore spessore alla vicenda. La trama di per sé non è altro che la classica guerra tra bene e male, tra giusto e sbagliato ma vista sotto un punto di vista a mio parere innovativo tramite appunto chi è tatuato e gli intonsi.
La vita però non è fatta di solo bianco e nero ma ha al suo interno una vastità incredibile di colori, può però davvero bastare questo per far cambiare il parere che si ha da sempre in una persona? E su queste note criptiche vi lascio alla lettura per non svelarvi troppo nell'attesa del seguito.



giovedì 24 gennaio 2019

Quarta tappa cap 36-47                     Ink
            Alice Broadway


Cap 36.
Il giorno della cerimonia è arrivato.
Cap 37.
Nella sala del giudizio ci sono molte persone, tutte in ansiosa attesa del giudice.
C'è anche Karl che attira Leora fuori dalla sala e la mette in guardia su chi riporre la sua fiducia.
Cap 38. 
Arriva il giudice, pone il libro sulla bilancia che si allinea perfettamente. Il giudice inizia a spiegare perchè era stato confiscato e proprio quando sembra aver terminato chiama in causa altre prove. Il padre di Leora aveva avuto un'altra moglie, un'intonsa, da cui aveva avuto Leora. Un'altra vita nascosta, in un'altra città e con un diverso nome. Continuano a snocciolare fatti quando Oscar consegna il lembo di pelle con il corvo e la bilancia precipita tra grida di stupore e di dolore. "Bruciatelo" è tutto quello che riesce a dire la ragazza.
Cap 39. 
Leora corre a casa a fare i bagagli mentre tutti le urlano contro, si rifugia in biblioteca e lì incontra Mel che le racconta la verità. Il governo già sapeva, sorvegliava il padre da tempo e adesso che sanno da che parte sta la ragazza vogliono offrirle un posto di rilievo all'interno della politica.
Cap 40.
Leora si reca da Obel e scopre che anche lui sapeva tutto, c'è anche Oscar che le spiega il perchè del tradimento ma le mostra che la pelle che ha consegnato era di un altro. Con un grande colpo di scena Obel si pulisce via i tatuaggi rivelandosi essere un intonso.
Cap 44.
Il padre di Leora e quello di Oscar lavoravano insieme per portare le risorse agli intonsi senza le quali sarebbero morti, Obel era il loro contatto con l'altra parte della società. Anche gli intonsi vogliono essere ricordati ma con le facoltà di scegliere della loro vita.
Cap 42.
Leora torna a casa e Sophie le racconta la sua vera storia e le consegna il diario della sua vera madre. La ragazza è confusa e nel frattempo Verity le porta una lettera di Mel che attende una risposta per l'incarico.
Cap 43.
Tra minacce e promesse sopo un test della verità, Mel rivela a Leora il nuovo incarico: il revisore; colui che potrebbe modificare i marchi di qualcuno per evitare la condanna e cambiare quindi la verità.
Cap 44.
Leora va da Obel e i due parlano dei marchi, di come nessuno di questi possa davvero raccontare la storia di una persona e definirla. Ognuno di noi è molto di più oltre ai marchi, nella vita non ci sono solo il bianco e il nero ma anche moltissimi colori.
Cap 45.
Le settimane trascorrono tra molte domande e tanta confusione, ormai è giunto il moento per la cerimonia.
Cap 46.
In questo capitolo ci viene raccontata la storia del vaso di Pandora.
Cap 47.
E' passato un altro mese e deve essere fatta una nuova lettura dei nomi, l'ultima a dover leggere è proprio Leora ma la sua è una lista particolare. Inizia ad elencare i nome degli intonsi e per ultimo dice il suo poi si spoglia ed esce dalla sala mostrando a tutti il suo ultimo marchio: un enorme corvo su tutta la schiena.




martedì 22 gennaio 2019

La forchetta, la strega e il drago. Racconti da Alagaësia - Christopher Paolini


Casa editrice: Rizzoli
Data di pubblicazione: Gennaio 2019
Pagine: 288
Prezzo: 17€ hardback
         9,99€ ebook


È passato un anno da quando Eragon ha lasciato Alagaësia in cerca del luogo perfetto in cui addestrare una nuova generazione di Cavalieri dei Draghi. È alle prese con una lista lunghissima di compiti e doveri: costruire una fortezza a misura di drago, discutere con i fornitori, vegliare le uova dei futuri draghi e tenere a bada i belligeranti Urgali e gli altezzosi Elfi. Poi una visione degli Eldunarí, una visita inaspettata e un'appassionante leggenda degli Urgali gli offrono la distrazione di cui ha tanto bisogno e gli mostrano le cose sotto un'altra prospettiva.





Per prima cosa vorrei ringraziare la casa editrice per la copia digitale e cartacea del libro, e la ragazza che mi ha permesso di partecipare al review party ma ora passo a parlare del romanzo.


Il libro è strutturato su tre racconti ognuno diviso in vari capitoli in cui troviamo storie differenti ma che in parte si rifanno l'una all'altra.
Ho trovato la prima e la seconda parte ovvero la forchetta e la strega abbastanza carine; nella prima ritroviamo un vecchio personaggio nei panni di un viaggiatore un pò strano e nella seconda ci troviamo catapultati nei ricordi di Angela l'erborista.
La terza parte, quella del drago, mi è sembrata invece molto noiosa seppur costruttiva a livello di significato morale; per la maggior parte della narrazione infatti un Urgali racconta ad Eragon un'antica storia della loro tradizione e il tutto mi è sembrato troppo lungo, descrittivo e ridondante.
Mi ha fatto però piacere ritrovare i protagonisti della saga che ho così tanto amato da piccola e ho davvero apprezzato i primi due racconti, peccato solo per quell'ultima parte che se avesse dato più spazio al "presente" sarebbe stata perfetta. Avrei inoltre preferito che si fosse parlato di più dei "vecchi" personaggi che avevamo amato e seguito nella saga, spero quindi che il caro Christopher si decida finalmente a scrivere un quinto capitolo.
Forse sono state proprio le mie altissime aspettative e la mia voglia di ritrovarmi tra quelle terre che non mi ha fatto apprezzare appieno questo libro.


Ed ecco gli altri blog che hanno partecipato 









domenica 30 dicembre 2018

Cuore oscuro - Naomi Novik


Casa editrice: Mondadori
Data di pubblicazione: Settembre 2017
Pagine: 432
Prezzo: 19,50€ hardback
         7,99€ ebook

Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest'ultimo sembra l'unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l'uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l'avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle "candidate" nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.



Non so perché ho aspettato così tanto a leggere questo libro. 
Addirittura le prime volte che lo vedevo in libreria non ero nemmeno convinta se prenderlo o lasciarlo sullo scaffale perché la sinossi non mi ispirava poi tanto. 
Poi un giorno mentre ero in vacanza decisi di prenderlo e solo mesi dopo finalmente lo cominciai. 
Avrei dovuto farlo sicuramente prima. 
Ho amato tutto di questo libro: l'ambientazione, i personaggi, la storia ed anche i colpi di scena.
Non saprei dire se ho apprezzato di più Agnieszka o Sarkan da sicuro ho odiato fino alla fine delle pagine Solya e tutti i "reali". 
Che dire..anche se il finale non da molte vie di fuga spero che ci sarà un seguito e se voi lo avete in libreria non aspettate tanto quanto me a cominciarlo perché ne vale davvero la pena! 





giovedì 27 dicembre 2018

Quarta tappa - cap. 25-32    Cuore oscuro
          Naomi Novik


CAP 25.
Alosha è ormai morta e Agnieszka e Kasia scappano portando con loro i figli del principe morto in battaglia. Tra barche costruite con i rame, spade dal metallo e buoi dal fango riescono ad arrivare alla torre dove il drago li aiuta a mettersi in salvo

CAP 26.
Con l'aiuto del barone ed i suoi soldati ed ovviamente della magia i due maghi riescono ad evocare dalla terra tre mura a protezione della torre.

CAP 27.
Agnieszka è inquieta e piena di magia, decide di recarsi nella stanza del drago ed i due danno finalmente sfogo alla passione che li lega. Nel frattempo l'esercito di Marek da il via all'attacco; la guerra è ufficialmente cominciata. A notte fonda anche la regina di unisce alla battaglia ma c'è qualcosa di strano in lei, il bosco è riuscita ad ingannare tutti.

CAP 28.
Mentre l'esercito della regina continua ad avanzare, Agnieszka e Sarkan decidono di ritentare l'evocazione per mostrare a tutti la corruzione della regina e finalmente Solya e Marek si accorgono di tutto e iniziano ad attaccarla. Tutto è però inutile e solo Kasia con la spada fatta da Alosha riuscirà a colpirla, la regina si trasforma in pietra e si sgretola facendo uscire il fumo del contagio.

CAP 29.
La battaglia è finalmente finita e tutti si recano in paese per rimettersi in sesto, Kasia decide di portare i bambini dai nonni mentre i due maghi torneranno nel bosco per finire tutto. Dopo aver lottato contro un'imboscata si ritrovano al centro del bosco

CAP 30.
Vedono quindi la regina su un letto di petali in simbiosi con uno degli alberi, per cercare di ucciderla Sarkan le versa del cuore di fuoco nella bocca e questa comincia a bruciare dall'interno. Sembra così inziata l'ultima battaglia magica ma i due stregoni non riescono ancora a sconfiggerla, la regina è comunque troppo forte e la ragazza viene imprigionata in un albero.

CAP 31.
Agnieszka si libera ma si ritrova catapultata in una sorta di mondo parallelo abitato da uomini-albero. Non è la realtà ma capisce di essere nei ricordi di uno degli alberi, prima erano uomini-pianta ma si sono trasformati per non essere uccisi e sono stati poi corrotti dalla paura e dalla rabbia. Dopo averlo capito la ragazza torna nel mondo reale e la regina, vedendo in lei la sorella (in cui albero era entrata) si lascia guidare verso la pace e la redenzione ed insieme riesco a fare in modo che la donna torni ad intrecciarsi con il vecchio albero.

CAP 32.
Il bosco è ormai libero e negli anni Agnieszka lo sta percorrendo tutto per aiutare e sfamare i camminatori ormai docili e guarire gli alberi; Sarkan è partito da molto e lei vive ormai nel bosco in attesa di diventare lei stessa un giorno un albero sognatore.



martedì 18 dicembre 2018

La città di sabbia - Laini Taylor


Casa editrice: Fazi Editore
Data di pubblicazione: Aprile 2013
Pagine: 472
Prezzo: 15,90€ paperback
         6,99€ ebook

La studentessa d'arte Karou ha finalmente le risposte che ha sempre cercato. Sa chi è e cosa è. Ma, insieme a questa scoperta, un'altra verità affiora in superficie, una realtà che la ragazza farebbe di tutto pur di ignorare: ha amato un ragazzo che le è nemico, lui l'ha tradita e per questo il suo mondo è sconvolto. Ora, in una kasbah dimenticata nel deserto del Marocco, Karou e i suoi alleati si preparano a uno scontro definitivo contro l'armata dei serafini e sotto la luce delle stelle plasmano creature di potente forza distruttiva. Akiva, legato dall'appartenenza all'esercito degli angeli, ma gravato da un profondo conflitto interiore, inizia a progettare un altro tipo di battaglia: quella per il riscatto. Per la speranza. Costellato da scene drammatiche, di segreti e di scelte impossibili, "La città di sabbia" porta i due protagonisti sui fronti opposti di una guerra antichissima che ha acquistato nuovo vigore.


Mentre con il primo capitolo non ho avuto dubbi in merito, nel fare questa recensione sono invece un pò combattuta.
Forse il primo mi era piaciuto così tanto che avevo alte aspettative per questo secondo, forse essendo quello di mezzo è più di transizione che altro ma ho fatto davvero fatica a portarlo a termine e se ci sono riuscita è solo grazie agli ultimi 7/8 capitoli.
Si perchè per tre quarti del tempo di lettura ho trovato la storia noiosa, lenta e senza uno scopo se non quello di riempire più pagine possibili e mi sono quindi trascinata nell'avventura solo perchè lo stavo leggendo in un gruppo di lettura.
Poi, nella parte finale, ho ritrovato la cara vecchia Laini e gli eventi hanno iniziato a riempirsi di azione e di suspance, di intrigo e di curiosità e ho quindi letto avidamente fino alla fine rimanendo colpita ancora una volta.
Basta la parte finale per fare del complesso un buon libro? Basta l'amore per una saga a farla apprezzare per intero?
A queste domande io non ho risposte e le lascio quindi dare a voi ma posso sicuramente dirvi che se avete amato il primo e volete proseguire questo dovete comunque leggerlo (bè certo, se è una saga mica potete saltare delle parti direte voi) perchè proprio come se fosse un capitolo transitorio vi darà spiegazioni in più sul mondo e su tutti gli intrighi di corte.










martedì 4 dicembre 2018

Dieci giorni per vivere - Noemi Storzillo


Casa editrice: StreetLib
Data di pubblicazione: Giugno 2018
Pagine: 304
Prezzo: 12,99€ paperback
         2,99€ ebook

Bessie ha solo diciannove anni ma le resta ben poco da vivere, solo dieci giorni. Eppure la ragazza non è malata, anzi gode di ottima salute ma purtroppo il suo destino è già scritto; la clessidra, sul comodino accanto al letto, segna chiaramente quanto tempo le resta prima di morire e il suo incedere incessante le ricorda costantemente che il tempo vola e che niente e nessuno può fermarlo. Bessie trascorre ben diciannove anni della sua vita allontanandosi da tutti e rinchiudendosi in se stessa ma solo quando mancano pochissimi giorni al suo decesso, solo quando si rende realmente conto di quanto prezioso è il tempo che le resta, la ragazza decide che è giunta l'ora di vivere, di vivere per davvero.



La nostra protagonista si sveglia e la sua clessidra dice che le mancano circa 10 giorni da vivere; lei non vuole sprecarli come ha fatto con gli anni precedenti e decide quindi di fare una lista di tutte le cose da fare prima di morire.
E' per uno di questi motivi che conosce Chris, l'amicizia e poi l'amore.

Sono stata molto attirata dalla copertina che devo dire sia a mio parere molto bella ed anche in parte dalla trama che seppur vista varie volte mi incuriosiva e ho deciso quindi di partecipare all'iniziativa del review party.
Per il mio gusto personale che di norma si discosta molto dal genere rosa, ho trovato in questo romanzo un pò troppo romanticismo tra i due protagonisti nato per di più secondo me troppo in fretta (ma ripeto è puro gusto personale).
Lo stile dell'autrice è molto fluido quindi la lettura risulta scorrevole e veloce, un pò come la vita che in questo romanzo (ed anche nella realtà) scivola via inesorabilmente.
E' di questo che l'autrice ci vuole parlare, della vita che scorre e delle occasioni per non sprecarla; della dedizione che dobbiamo avere verso le persone che amiamo e soprattutto verso noi stessi perchè nessuno ci darà del tempo extra.

Penso che tutti possano apprezzare questo libro ma lo consiglio per la maggior parte ai romanticoni e agli appassionati del genere.





Ecco la lista della altre recensioni!